Rossana Apicella: la singlossia [edizione originale]

un opuscolo di Rossana Apicella [edizioni Teatro Itinerario, 1977], in cui la critica, che aveva contribuito a lanciare la “poesia visiva” in Italia, aveva aggiornato il suo linguaggio, di cui altri negli anni successivi si sono impadroniti. ma questa pubblicazione, a cura e a spese di Giancarlo Pavanello, era stata dettata da un’esperienza di “scrittura verbo-visiva-cinetica [soprattutto teatrale] dell’editore. le edizioni “teatro itinerario” erano diventate successivamente, edizioni “poesiateatro” e, infine, nel 1980, “ixidem”. il gruppo “Teatro Itinerario” si era trasformato, poi, in “Teatro di Babele” [fino al 1981 ca, cfr. “Aurelio Gravina”]. Le parole [neologismi critici] come “singlossia”, “singlossia cinetica”, eccetera, supportate da alcuni grafici con la consulenza di un professore di matematica, parente del curatore, a Trento, in occasione di un evento artistico, poi ri-definite fra Padova, nell’abitazione dell’autrice, e Venezia, nell’abitazione del curatore. [testi critici e inediti, e reperti di Rossana Apicella, nell’archivio di Giancarlo Pavanello, che l’aveva frequentata fra il 1975 e il 1978.]
IMG_2215 (Small).JPG

 

IMG_2220 (Small).JPG
Rossana Apicella: la singlossia [edizione originale]ultima modifica: 2009-07-09T10:31:00+02:00da auro.lauro
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento