Didier Tronchet: 28. la ricostruzione del paradiso terrestre [catalogazione a cura di Giancarlo Pavanello]

 

Didier Tronchet

[  ] Piccolo trattato di ciclosofia, Milano, Pratiche Editrice, 2001, pp. 162, 20x13x2,1. Sottotitolo: Il mondo visto dal sellino. Traduzione di Lorenzo Bernini. Tiratura ignota. Con due disegni dell’autore, uno nella sovraccoperta e uno a p. 2, nell’ante- frontespizio: nello stile delle vignette umoristiche. Prima edizione italiana [edizione originale francese: Plon, 2000]. Un saggio che illustra i vantaggi della bicicletta con argomentazioni che rientrano in una sapienza ciclistica, civile, una filosofia che spinge a vivere una vita diversa, come in un altro mondo. Tanto che, come nell’illuminazione zen, il veicolo a due ruote e a trazione umana appare lo strumento della liberazione del pensiero. Il ciclofilo diventa, quindi, simbolicamente, una sorta di evoluzione della specie nel predisporsi a una “civiltà umanista […] i cui membri praticano la simbiosi con l’ambiente circostante”. Insomma, non lo dice apertamente ma si avvicina all’idea di un nuovo paradiso terrestre.

IMG_3796 (Small).JPG
Didier Tronchet: 28. la ricostruzione del paradiso terrestre [catalogazione a cura di Giancarlo Pavanello]ultima modifica: 2010-10-31T09:05:00+01:00da auro.lauro
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento