Pete Spence: 24. la ricostruzione del Paradiso Terrestre [catalogazione a cura di Giancarlo Pavanello]

 Pete Spence [ ] [senza titolo], 2002, 21×15. Tiratura: 5 esemplari. In mostra: esemplare 1/5. Immagini ciclistiche in un foglio piegato, fronte-retro. In un altro foglio piegato che funge da cartelletta: un libro abbozzato, un libro minimalista.

Alessio Larocchi: 23. la ricostruzione del Paradiso Terrestre [catalogazione a cura di Giancarlo Pavanello]

  Alessio Larocchi [  ] [breviario per il paradiso], 2005, 22×19, es. 1/1. Libro d’artista: dall’autore stesso definito “viaggio metafisico su tappeto volante – coupon, istruzioni, note”. Una variante in volume dell’opera seguente, restituita all’autore: metafisica del viaggio – sincretismi e tappeti volanti, 2005, 129×100. Stampa inkjet a inchiostro pigmentato, montata su alluminio. Fotogrammi o tasselli dal funerale di Papa … Continua a leggere

Calogero Barba: 22. la ricostruzione del paradiso terrestre [catalogazione a cura di Giancarlo Pavanello]

Calogero Barba [  ] libera circolazione, San Cataldo [Caltanissetta], Kalos Comunicazione [edizione in proprio], 2002, 15×10. Tiratura: 10 esemplari numerati e firmati. In mostra: esemplare 1/10. Tecnica: stampa a getto d’inchiostro. La duchampiana ruota di bicicletta viene ripetuta per sei volte in vari colori, su cui sono sovrapposte le formule “pagine ciclabili-pagine riciclabili” e “circolazione libera”, in un gioco di … Continua a leggere

Stanislao Pacus: 21. la ricostruzione del paradiso terrestre [catalogazione a cura di Giancarlo Pavanello]

Stanislao Pacus [   ] busta d’artista, 2003, 22×16, es. 1/1. In una “busta d’artista” di plastica rosa a bollicine [trovata], un biglietto del métro di Milano, utilizzato dall’autore [così afferma in un autografo] per andare a comperare la sua 13ª bicicletta. La Body Art nella quotidianità, vivere è un’arte. [   ] busta d’arte, 2003, 22,5×18, es. 1/1. Seconda versione della … Continua a leggere

Clemente Padin: 20. la ricostruzione del paradiso terrestre [a cura di Giancarlo Pavanello]

  Clemente Padin [   ] Sweets of Uruguay, [Montevideo], [2003], 11,5×16,3, es. 1/1. Alcune buste più o meno creative di corrispondenti “mail art” diventano piccoli supporti per stampigliature e collages dell’autore, con alcune immagini di biciclette. Il tutto riciclato in un opuscolo rilegato con graffetta che più artigianale di così non si può. La tematica ciclistica inserita in una tematica … Continua a leggere

Lucia Impelluso: 19. la ricostruzione del paradiso terrestre [catalogazione a cura di Giancarlo Pavanello]

  Lucia Impelluso [   ] Giardini, orti e labirinti, Electa, 2005, cm 20×13,8×3, pp. 384. Tiratura ignota. Nella collana “I Dizionari dell’Arte”, un prodotto dell’editoria industriale, utile per le consultazioni immediate. Naturalmente, in una mostra dedicata all’“eden” futuro apparirebbe sproporzionata qualsiasi esibizione bibliografica settoriale. Questo volume divulgativo, comunque, ha il merito di inserire alcune schede riguardanti, specificamente, i giardini intesi … Continua a leggere

Grazia Sernia: 18. la ricostruzione del paradiso terrestre [catalogazione a cura di Giancarlo Pavanello]

  Grazia Sernia [   ] [senza titolo], 2003, astuccio 19×19,5, pieghevole sagomato 17×56 [aperto], es. 1/1. Ruote nella simulazione del dinamismo, frammenti di immagini di bicicletta a collage. Non servono parole per sottolineare il piacere del correre su due ruote.

Mario Lunetta: 16. la ricostruzione del paradiso terrestre [catalogazione a cura di Giancarlo Pavanello]

 Mario Lunetta [   ] Notturno Paradiso, 2006, 21×29,7, es. 1/1. Un collage con interventi cromatici, dominato da immagini vegetali, da colori accesi [verde, oro, azzurro] su fondo nero. Una bicicletta stilizzata [un ritaglio di riporto] e “floreale”, disegnata come una composizione di fiori. Ma soprattutto il frammento di una nudità femminile in forma di mezzaluna fa capire che si tratta davvero … Continua a leggere

Rod Summers: 15. la ricostruzione del paradiso terrestre [catalogazione a cura di Giancarlo Pavanello]

Rod Summers [   ] “Trying to get a good tilth on a fast receding glacial snout” [“Cercando di ottenere un campo da arare su un veloce e sfuggente muso del ghiacciaio”], 2006, cm 21×29,7 [UNI A4]. Fotocopia a colori, autografata. Performance di Rod Summers e Sævar Magnússon, serie “aimless gardening” [“giardinaggio senza scopo”]. Fotografia: Helgi Friðjonsson. Località: Sólheimajökull Iceland. Perfino … Continua a leggere